IL CONSIGLIO DI STATO ANNULLA LA SENTENZA SUI DIVIETI DI CIRCOLAZIONE DEI CAMION

IL CONSIGLIO DI STATO ANNULLA LA SENTENZA SUI DIVIETI DI CIRCOLAZIONE DEI CAMION

Con ordinanza del 21 settembre 2018, il Consiglio di Stato ha annullato la precedente decisione del Tar Lazio che, accogliendo un ricorso del Codacons, impediva ai Prefetti di rilasciare deroghe ai divieti di circolazione dei camion nei giorni festivi.
Consiglio di Stato

Su ricorso dell’associazione dei consumatori Codacons, il Tar Lazio, con sentenza del 22 maggio scorso, aveva stabilito che i Prefetti non potevano più autorizzare le deroghe ai divieti di circolazione dei camion senza specifiche prescrizioni da parte del Ministero dei Trasporti. A seguito di tale decisione, il comparto dei trasporti di tutta Italia ha subito un vero e proprio blocco delle concessioni a tali deroghe creando numerosissimi scompensi nel trasporto merci.
A tale ingiustificata sentenza, le associazioni dell’autotrasporto hanno presentato ricorso al Consiglio di Stato, che con ordinanza 5572/2018 emessa il 21 settembre 2018 ha completamente capovolto quanto espresso dal Tar Lazio, sospendendone l’attuazione.
In un interessante passaggio di tale ordinanza, il Consiglio di Stato evidenzia che il decreto sui divieti “appare sufficientemente specifico nel fissare i criteri a cui i Prefetti devono attenersi nell’accordare la deroga al divieto di circolazione, tenuto conto delle variabili legate a situazioni e circostanze contingenti non previamente prefigurabili; in ogni caso è rimesso al cauto e prudente apprezzamento del Prefetto valutare la sussistenza delle condizioni per concedere la deroga”.
Infatti, si veda come principalmente tali concessioni vengano rilasciate per trasporti di prodotti deperibili che necessitano di tempistiche più rapide per la consegna, e comunque sempre a seguito di una specifica valutazione effettuata dai Prefetti.
In questo periodo, pertanto, la sentenza del Tar non avrà alcun effetto sul rilascio delle autorizzazioni alla circolazione in deroga, in attesa della prossima udienza di discussione per il merito che si terrà il prossimo 17 gennaio 2019.
Il Codacons, però, puntando il dito contro il Consiglio di Stato, ha già annunciato che preparerà migliaia di denunce alle Procure della Repubblica di tutta Italia sia contro le aziende di trasporto che ai Prefetti che hanno concesso le deroghe. Credendo di voler difendere la tranquillità delle persone che decidono di viaggiare di domenica e nei giorni festivi, il Codacons attacca fortemente uno dei settori cardine della nostra economia e nel contempo numerose imprese che lottano quotidianamente per resistere ad una concorrenza estera che non sopporta gli stessi condizionamenti che invece devono subire le imprese italiane.

Le Competenze dello Studio


Contenzioso AGEA
Azioni Antitrust



Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

Precedente

Subscribe to our mailing list

* indicates required