Bando investimenti nell’autotrasporto: domande fino al 15 aprile 2018

Bando investimenti nell’autotrasporto: domande fino al 15 aprile 2018

Si avvicina la scadenza per presentare domanda per ottenere i contributi previsti dal bando 2017 del MIT per gli investimenti per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare e per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale.
Si ricorda che possono partecipare al bando le cooperative, i consorzi e le società consortili di autotrasporto merci per conto terzi, di qualsiasi dimensione, attive sul territorio italiano e regolarmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale.
investimenti

Con Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 20 giugno 2017 sono stati destinati 36 milioni di euro ad incentivi a beneficio delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonché per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore, nei limiti e secondo le modalità di cui al presente decreto.

Ad essere interessate sono le cooperative, i consorzi e le società consortili di autotrasporto merci per conto terzi, di qualsiasi dimensione, attive sul territorio italiano e regolarmente iscritte al Registro Elettronico Nazionale. Le domande devono essere

Gli investimenti eligibili per i finanziamenti devono essere stati avviati dopo il 1° agosto 2017 ed ultimati entro il 15 aprile 2018 ed avere ad oggetto:
1) acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci a trazione alternativa a metano CNG e elettrica di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate, nonché acquisizione di veicoli a motorizzazione ibrida (diesel + elettrico);
2) acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci a trazione alternativa a metano CNG e gas naturale liquefatto LNG di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7 tonnellate;
3) acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli di massa complessiva pari a 3,5 tonnellate per il trasporto merci come veicoli elettrici;
4) acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di veicoli pesanti, nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiori a 11,5 tonnellate, con contestuale radiazione per rottamazione di automezzi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate;
5) acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno uno dispositivi innovativo di cui all’allegato 1 del Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 20 giugno 2017:
6) acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto da effettuarsi conformemente agli accordi sui trasporti nazionali e internazionali delle derrate deteriorabili (ATP) mono o multi temperatura purché le unità frigorifere/calorifere siano alimentate da motore conforme alla faseV(STAGE V) del Reg.UE2016/1628 o da unità criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unità elettriche funzionanti
con alternatore collegato al motore del veicolo trainante. Tutte le unità precedentemente indicate devono essere dotate di gas refrigeranti con un GWP inferiore a 2.500;
7) sostituzione, nei rimorchi, semirimorchi o autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto da effettuarsi conformemente agli accordi sui trasporti nazionali e internazionali delle derrate deteriorabili (ATP) mono o multi temperatura, di unità frigorifere/calorifere installate, alimentate da motore non conforme alla fase V, con unità frigorifere/calorifere alimentate da motore
conforme alla fase V (STAGE V) del Reg. UE 2016/128 o da unità criogeniche autonome non collegate al motore del veicolo trainante oppure da unità elettriche funzionanti con alternatore collegato al motore del veicolo trainante. Tali unità devono essere funzionanti esclusivamente con gas refrigeranti con un GWP inferiore a 2.500;
8) acquisizioni, effettuate anche mediante locazione finanziaria, di gruppi di 8 casse mobili e 1 rimorchio o semirimorchio portacasse.

Le domande devono essere presentate ad avvenuto perfezionamento dell’investimento, entro il 15 aprile 2018, esclusivamente in via telematica tramite il Portale dell’Automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it).

L’importo massimo del contributo erogabile per singola impresa non potrà superare
700.000 euro.

Le Competenze dello Studio


Contenzioso AGEA
Azioni Antitrust



Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

Precedente

Subscribe to our mailing list

* indicates required